POR-FESR Piemonte 2015-2020

01 aprile 2015

Bruxelles dà il via libera ai primi 11 Por Fesr italiani (programmi regionali) della programmazione 2014-2020, relativi alle cosiddette Regioni obiettivo "Competitività" (mancano ancora Veneto e Friuli Venezia Giulia) e al Pon "Cultura e Sviluppo" che interessa le cinque regioni del Sud Italia, e cioè Campania, Puglia, Basilicata, Calabria e Sicilia.
La Commissione europea, infatti, ha adottato i Piani regionali di Valle d'Aosta, Piemonte, Lombardia, Liguria, Emilia-Romagna, Toscana, Umbria, Marche e Lazio e delle due provincie autonome di Trento e di Bolzano, per un valore totale di oltre 5,5 miliardi, di cui 2,75 stanziati dall'Ue e l'altra metà derivante dal cofinanziamento nazionale.

Per il Piemonte il piano prevede un investimento totale di 965,8 milioni e sarà promosso lo sviluppo urbano sostenibile, incentivata l'efficienza energetica e l'uso delle energie rinnovabili, valorizzato il patrimonio naturale e culturale con l'obiettivo di aumentare di 48.000 nuovi visitatori il numero di fruitori dei siti culturali finanziati.